Bressanone sotto Natale: da Soliman ai mercatini

Manca poco meno di un mese a Natale e già le città dell’Alto Adige si stanno attrezzando per creare l’atmosfera adatta tra luci, decorazioni ed i tradizionali mercatini.
 
Bressanone ne ospita uno tra i più antichi, posizionato proprio al centro della Piazza del Duomo, in cui è possibile passeggiare immersi nei profumi di caldarroste e vin brûlé, perdendosi tra candele, prodotti agroalimentari tipici ed oggetti dell’artigianato locale.
 
In questa piccola guida vorrei proporre un piccolo itinerario, possibile anche in mezza giornata: il centro della cittadina si può girare facilmente a piedi ed i maggiori punti di interesse distano poco tra loro.

 
 

COME ARRIVARE

 

Arrivando in treno, il centro dista 1km dalla stazione. Si tratta di circa 12-13 minuti di passeggiata se non si vogliono prendere in mezzi pubblici.
 
In alternativa, si può raggiungere in auto tramite l’autostrada A22 (circa 50km da Bolzano) ed è possibile parcheggiare fuori dalle mura, raggiungendo i punti d’interesse a piedi.

 
 

DOVE SOGGIORNARE

 

Suggerisco di soggiornare all’Hotel Traube, a pochi passi dal centro storico.
 
Si tratta di un hotel 3 stelle, confortevole e dal personale straordinariamente cortese.

 
Una piccola curiosità: sul tavolo della colazione (dolce e salata, ben abbondante) si trova anche una caraffa con acqua allo zenzero. Attenzione: crea dipendenza!

 
 

COSA FARE

 

Visita Piazza del Duomo (visita del Duomo e del Chiostro) e mercatini

 

Il Duomo di Santa Maria Assunta e San Cassiano ha avuto una storia alquanto complessa: risalente al X secolo è stato distruto, ricostruito in stile romanico, nuovamente distrutto e ricostruito in stile barocco.
 
L’ingresso è gratuito e merita una visita, così come il Chiostro contenente 15 arcate affrescate.
 
Ora vi propongo una sfida: siete in grado di trovare l’elefante, simbolo della città, in uno degli affreschi? Piccolo suggerimento: non somiglia propriamente ad un elefante!

 
Un’altra curiosità: nel periodo natalizio, in Piazza del Duomo, le finestre di Palazzo Balzano si trasformano in un grande calendario dell’Avvento!

 

Una foto pubblicata da TheRerumNatura (@thererumnatura) in data:

 

Una foto pubblicata da TheRerumNatura (@thererumnatura) in data:

 

Visita del Centro Storico

 

Le vie del centro storico sono una delizia per gli occhi: gli edifici color pastello sono il paradiso per chi ama le fotografie d’architettura semplici. Dalla Piazza del Duomo si può girare il centro comodamente senza il rischio di perdersi. Sono presenti tanti negozi, bar e ristoranti per concedersi un po’ di relax! In particolare c’è un vicoletto che ho trovato veramente suggestivo: date un’occhiata a Vicolo del Duomo!

 

Una foto pubblicata da TheRerumNatura (@thererumnatura) in data:

 

Una foto pubblicata da TheRerumNatura (@thererumnatura) in data:

 

Una foto pubblicata da TheRerumNatura (@thererumnatura) in data:

 

Spettacolo Il Sogno di Soliman e visita al Palazzo Vescovile

 

Il Palazzo Vescovile è uno dei luoghi della cittadina che più mi ha colpito, specialmente per il cortile con gli eleganti loggiati e le statue di terracotta.
Qui si tiene sotto Natale un evento veramente unico: lo spettacolo Il sogno di Soliman, dedicato all’elefante simbolo della città. Si tratta di uno show multimediale proiettato sulla facciata del Palazzo Vescovile, un vero tripudio di luci e colori che lascia senza parole!
Non ci credete? Date un’occhiata al video qui sotto:

 

 

Una foto pubblicata da TheRerumNatura (@thererumnatura) in data:

 

Visita al Museo della Farmacia

 

Sapete che anche in farmacia esiste la moda? Lo spiegano al Museo della Farmacia, in cui si possono vedere i progressi compiuti dalla farmaceutica nel corso dei secoli, con un occhio anche all’estetica: si trovano confezioni di unguenti in stile barocco, recipienti liberty, quadri composti da blister nonché una meravigliosa stufa ad olio rivestita di sgargianti maioliche.
E non mancano le curiosità! Sapevate che i primi automobilisti andavano a fare benzina in farmacia? E che secondo la teoria della segnatura il potere curativo di una sostanza dipendeva dal suo aspetto fisico?
Il Museo della Farmacia si trova in Via Ponte Aquila, una delle vie più graziose da fotografare.

 

Una foto pubblicata da TheRerumNatura (@thererumnatura) in data:

 

Dove mangiare

 

Se vi trovate in centro consiglio di mangiare al Ristorante Fink, caldo e accogliente, che permette di assaggiare piatti tipici sudtirolesi con un’attenzione al recupero dei sapori di un tempo. Il locale al piano terra non è grandissimo: chiedete un tavolo nella sala al piano superiore.
E non rinunciate al dolce: tanto poi si smaltisce camminando!

 

Una foto pubblicata da TheRerumNatura (@thererumnatura) in data:

 

Siete pronti a visitare quest’incantevole cittadina sudtirolese? Si parte!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *